Categoria ‘Giudiziaria’|Tribuna24.it

Notizie Giudiziarie|Tribuna24

Omicidio Di Monaco. Nuovo ergastolo per Salvatore Busico

busico-monaco Lunga camera di consiglio in Corte di Assise di Appello – Terza Sezione Penale – a Napoli (presidente dott. Vincenzo Montursi – Giudice a latere dott. Vittorio Melito e sei Giudici Popolari ) nel processo a carico di Salvatore Busico, l’assassino di Enrico Di Monaco....

30enne di San Tammaro a processo per aver maltrattato l’ex moglie

aula_toga_tribunale Si è svolto stamane, giovedì, innanzi al Tribunale di Santa Maria C.V.,  il processo a carico di un giovane 30enne di San Tammaro, P.R. L’uomo è accusato dall’ufficio, dall Procura, di aver maltrattato la allora moglie condizionando anche la loro relazione sentimentale. Il processo è...

Il Clan è ferito ma non è morto? Era chiaro già prima della lettera al cimitero: senza volontà politica la mafia, cambiando pelle, vivrà per sempre. E questo sistema amministrativo/partitico non è capace di mostrare fermezza nel combattere la camorra

schiavone-bidognetti-iovine-zagaria Occorre una lettera di minaccia ai familiari dei pentiti per dare il segnale che il Clan è ferito ma non è morto?  No. Che l’organizzazione fondata da Bardellino, seppur traballante, sia ancora in piedi, era ovvio, era palese già prima della missiva fatta ritrovare, con proiettili...

Monnezzopoli. L’elenco scottante, in parte celato, di Mr. Scialdone. Sul business rifiuti c’è ancora tanto da scoprire

scialdone-di-nardi-de-lucia Ricordiamo bene la conferenza stampa, tenuta in Procura, a S.Maria, il 7 marzo scorso, poche ore dopo gli arresti di Albero Di Nardi, rampante imprenditore vitulatino, Rosa De Lucia, ex sindaco di Maddaloni, un’assessora e due consiglieri comunali. Ricordiamo bene  quella conferenza perché già mentre...

Altro che cartello di Medellín, leggete che racconta alla Procura mister conoscitore-del-business-rifiuti Antonio Scialdone

escobar-scialdone Se cominci a parlare di monnezza, anzi, vogliamo essere più formali,  del ciclo di raccolta rifiuti, in provincia di Caserta, dopo qualche secondo, in quel discorso finirà in mezzo pure un nome ed un cognome ormai notissimi alle cronache giudiziarie: ci riferiamo ad Antonio Scialdone,...

La Procura scrive parole forti e coraggiose che questa terra non merita: «Il funzionamento della S.U.A. è stato negativo». Non c’è speranza

troncone-di-costanzo-cappello Quante battaglie politiche, negli anni scorsi, si sono consumate in diversi consigli comunali della provincia casertana,  innescate dalle richieste di adesione (spesso promosse dalle minoranze)  alla Stazione Unica Appaltante, per gestire gli appalti in modo trasparente e regolare? Tante. Poi, arriva una mattina (verrebbe da...

STAVOLTA APPLAUSI. Gravante, che fece ricorso al Tar contro lo scioglimento per infiltrazione mafiosa, ed i suoi assessori fanno costituire il Comune parte civile al processo di camorra sulla gara per l’emissario

Gravante Natale Madonna Zagaria Quando, prima del 5 maggio scorso, scrivevamo (su un altro giornale) dell’emissario, costruito a Grazzanise a suon di milioni di euro, evidenziando alcuni punti da chiarire sulle altalenanti procedure di  gara (CLICCA QUI PER LEGGERE L’INCHIESTA), c’era, giustamente, anche chi sosteneva la pura liceità di...

Michele Zagaria, il boss che condiziona la politica casertana: parola di Dia

Zagaria Le mafie non sono conservative: non lo sono perché comprendono, con ampio anticipo, le opportune modalità ed il tempo utile per mutare pelle, per adeguarsi alle trasformazioni sociali. Le mafie sono emancipate, capaci di lavorare in contemporanea su due fronti solo apparentemente contrastanti: da un...

Domiciliari per 52enne del clan Belforte

carabinieri_ I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, unitamente a quelli della locale stazione hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della detenzione domiciliare emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Roma nei confronti del pregiudicato Buttone Tommaso, 52enne di Marcianise. L’uomo, attiguo al clan camorristico dei...

Dopo la condanna revocati i domiciliari a 32enne

stazione-carabinieri-elicottero-440x300 Resta per Michele Della Cioppa solo l’obbligo di presentazione giornaliero davanti all’autorità giudiziaria. E’ questa l’unica misura cautelare scelta dal giudice dopo la condanna inflitta all’imputato di due anni ed un mese, difeso dall’avvocato Paolo Raimondo. Della Cioppa fu arrestato, insieme ad altri indagati (partenopei,...